Pagine

giovedì 17 agosto 2017

Lampocchero


Tempo di lamponi: conserviamoli per l'inverno in uno sciroppo leggermente alcoolico. Serviranno per arricchire un budino, una crema, un gelato. Lo sciroppo allungato con acqua servirà da bagna per inzuppare torte prima della farcitura. La ricetta originale, che ho preso dal " CONSERVATUTTO ", uno dei miei primi libri di cucina, prevedeva l'uso di altri ingredienti che ho omesso, perché io preferisco un sapore pulito senza interferenze.

Ingredienti.
500g.di lamponi che non abbiano bisogno di essere lavati
400g.di zucchero semolato
110g.di alcool da liquori a 95°

In un vaso di grandezza adeguata mettere i lamponi, ricoprirli di zucchero ed infine versare l'alcool. Chiudere il vaso ermeticamente e porlo al sole coperto da un sacchetto di carta scuro, così che la luce non penetri, ma il caldo dei raggi si. Lasciarlo così esposto due mesi e poi riporre in cantina al fresco ed al buio per altri quattro mesi prima di assaggiare. Se proprio non ci si riesce si può anticipare per le feste natalizie così ci sarà una dolcezza in più per la festa più bella.

domenica 16 luglio 2017

Prosciutto cotto preparato in casa

Quello che vi propongo oggi non è un vero prosciutto, perché si usa la spalla del maiale, ma l'aspetto è quello di un prosciutto. Questa ricetta l'ho presa da un vecchio numero di "Cucina Italiana ". Per l'estate è proprio gustoso, se si hanno ospiti per cena si fa un figurone, buonissimo in un panino e poi si conserva in frigorifero anche per una settimana. Vale la pena di prepararne una certa quantità.

Ingredienti:
2,5kg. di spalla di maiale in un pezzo unico
tre litri di acqua
220g. di sale grosso marino
7/8 foglie di alloro
15 chiodi di garofano
5 stecche di cannella
3 cucchiai di pepe nero in grani
200g. di pancetta tesa stagionata


Preparazione:

Preparare una salamoia mettendo a bollire l'acqua con il sale, le spezie e l'alloro in una pentola che possa successivamente contenere la nostra spalla. Lasciare raffreddare, immergervi il pezzo di carne (deve rimanere sommerso), coprire con coperchio o pellicola e porre in frigorifero per tre giorni. Passato il tempo, togliere la carne dalla salamoia  e lasciarla sgocciolare in un colapasta; nel frattempo foderare con le fette di pancetta una casseruola di terracotta o vetro o porcellana che possa contenere la spalla di misura, adagiarvi il pezzo di carne e ricoprirlo con la pancetta debordante. Con un mestolo forato scolare le spezie dalla salamoia e spargerle nel tegame. Coprire con un coperchio adeguato, porvi sopra un peso (io ci ho messo un mattone precedentemente lavato e coperto ben bene di carta d'alluminio) e porre in forno a 200° per 2,5 ore o fino a quando, misurando col termometro a sonda, al cuore si sono raggiunti i 70°. Spegnere, lasciare raffreddare in forno e poi in frigorifero per almeno mezza giornata. Estrarre il prosciutto dal tegame e tagliarlo a fette. La pancetta che è divenuta croccante si può servire come complemento. La gelatina formatasi sul fondo può essere usata per abbellire il piatto da portata. Naturalmente con i contorni ci si può sbizzarrire: salse, sott'oli, sott'aceti, verdure grigliate, agrodolci. I vostri commensali rimarranno sorpresi da questa insolita preparazione, ma anche molto soddisfatti per il sapore che è buonissimo.







 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...