Pagine

lunedì 21 settembre 2015

Garganelli con ragù di verdure e formaggio Vezzena Mezzano


Questo piatto lo dedico alla cittadina di Levico Terme, luogo in cui da più di quarant’anni trascorro periodi di relax. La Vezzena è l’altopiano sovrastante  Levico. Lo si può raggiungere percorrendo una strada con panorami mozzafiato o per un percorso più lungo ma più agevole e tranquillo. Fino a poco tempo fa percorrevo la prima via, anzi la facevo quando ancora non era completamente asfaltata e molto stretta, ma ora non ce la faccio più sono presa da una fifa terribile. Sull’altipiano ci sono molti reperti della prima guerra mondiale e per fortuna anche ancora qualche malga con annesso piccolo caseificio dove viene trasformato il latte prodotto dalle mucche al pascolo. In una di queste malghe trovo ancora il formaggio Vezzena come quello di tanti anni fa ed allora ecco la ricetta.

Ingredienti per 200 g di garganelli preparati in casa il giorno prima e quindi secchi:
150 g di zucchine 
150 g di melanzane  
150 g di peperoni
Il tutto tagliato a quadrotti
Una cipolla bianca piccola tagliata a rondelle sottili
200 g di pomodori a grappolo maturi ma sodi spellati e tagliati a pezzetti
Qualche cucchiaiata di olio evo
Sale e pepe
150 g di formaggio Vezzena Mezzano grattugiato a julienne

Fare soffriggere la cipolla in una padella con l’olio, aggiungere le verdure e subito dopo i pomodori, tenere la fiamma vivace e far saltare le verdure, non cuocere troppo. Le verdure devono rimanere croccanti. Nel frattempo mettere a bollire l’acqua dove cuocere i garganelli, una volta cotti al dente farli saltare nella padella delle verdure, togliere dal fuoco, aggiungere metà formaggio e amalgamare. Versare il tutto in una pirofila che possa andare anche in tavola, spolverare col resto del formaggio e fare gratinare in forno precedentemente riscaldato a 200° per pochi minuti, il tempo necessario per fare fondere il formaggio.
Questo è il mio omaggio a questo luogo per me pieno di bei ricordi.








mercoledì 9 settembre 2015

I dolci sigari avana


Per gustare al meglio un buon gelato, meglio ancora se fatto in casa, si possono preparare dei biscotti friabili per accompagnare il fresco dessert.

Ingredienti:
100 g di farina debole
100 g di burro a pomata (non mi stancherò mai di dire di usare un buon burro di centrifuga)
100 g di zucchero semolato
100 g di albume di uovo
Un pizzico di sale

In una terrina amalgamare tutti gli ingredienti con l’ausilio di una frusta e poi aggiungere ancora un poco di albume di uovo per ammorbidire un po’ di più l’impasto. Stendere a piccole dosil’impasto ottenuto su un foglio prestampato in materiale adatto alla cottura in forno  (se non si dispone di questo foglio usare un semplice foglio di carta forno sul quale stendere in piccoli cerchi  l’impasto sopra descritto). Cuocere in forno a temperatura di 200° fino a quando i bordi dei cerchi risultano ben colorati. Sfornare e, cercando di non scottarsi, avvolgere ogni disco attorno al manico di un cucchiaio di legno per ottenere i sigari. Se nel frattempo il resto  dei cerchi si indurisse mettere di nuovo in forno il tempo necessario a far tornare morbido l’impasto. Sfilare i sigari e usarli per guarnire le coppe di gelato.
Vi sembrerà strano, ma una volta provati sarà impossibile farne a meno.





giovedì 3 settembre 2015

Ravioli con ripieno di melanzane



Ho provato la preparazione di questi particolari ravioli perché durante l’estate la melanzana è una vera e propria protagonista dei nostri orti ed è sicuramente curioso e divertente studiare modi diversi e nuovi per cucinare le melanzane.
Si sa le melanzane non hanno un sapore spiccato e, per rendere il ripieno più saporito ho pensato di arricchirlo con un formaggio leggermente acido.
Il condimento è anch'esso un cult.
È una salsa di pomodoro e pomodorini confit di cui potete trovare la ricetta qui, nel mio blog.

Ecco gli ingredienti:
200 g di melanzane già pulite e tagliate a dadini
100 g di robiola fresca
100 g di passata di pomodoro
Pomodorini confit a piacere (trovate la ricetta nel mio blog)
Poco Parmigiano Reggiano grattugiato
Olio extravergine di oliva, aglio, sale e pepe
Pasta all’uovo fresca quanto basta

Fare appassire in padella i dadini di melanzana con un filo di olio e l’aglio intero, tenere il fuoco basso e lasciare stufare fino a quando le melanzane risultano morbide. Scoprire e fare asciugare se eventualmente si fosse formato un po’ di liquido.
Lasciare raffreddare unire la robiola, amalgamare e se serve salare leggermente, aggiungere un po' di pepe se piace.
Intanto che le melanzane raffreddano preparare il sugo facendo appassire dolcemente in qualche cucchiaiata di olio uno spicchio di aglio vestito, aggiungere la passata e quando questa si sarà ristretta mettere i pomodorini confit e fare saltare brevemente.
Assaggiare e correggere di sale.
Mettere a bollire l’acqua in una pentola adeguata, intanto preparare i ravioli con la pasta all’uovo stesa in una sfoglia abbastanza sottile e il ripieno.
Tuffarli nell’acqua salata e a bollore e lasciarli cuocere qualche attimo.
Scolarli spadellarli nel sugo e spolverarli con poco Parmigiano Reggiano.

Sono da provare perché leggeri e molto appetitosi.





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...